Termoscanner: cos'è e come funziona

Termoscanner: cos'è e come funziona

Saranno senza dubbio gli strumenti che più vedremo utilizzare, specialmente dalle aziende che hanno a che fare col pubblico, nei prossimi mesi: i termoscanner.

Saranno senza dubbio gli strumenti che più vedremo utilizzare, specialmente dalle aziende che hanno a che fare col pubblico, nei prossimi mesi: i termoscanner.

Dovremo quindi abituarci ad una massiccia diffusione di questo strumento di cui si parla sin dall’inizio della pandemia.

Ma qual è il meccanismo sfruttato da questi particolari termometri?

E, soprattutto, quanto sono affidabili?

Una nuova tecnologia?

In realtà, no.

Le pistole per misurare la temperatura utilizzano una tecnologia piuttosto vecchia e ampiamente impiegata in diverse tipologie di scanner termici, professionali e non.

Vengono infatti definiti nei modi più svariati: termoscanner, termometri laser, termometri a distanza, termometri ad infrarossi.

Come funzionano

Come anticipato, nonostante siano diventati blasonati solo negli ultimi tempi, la tecnologia sfruttata da questi apparecchi non è affatto nuova ed è possibile acquistare dei veri e propri termometri smart, prodotti proprio con questa tecnologia e che si connettono allo smartphone, oppure accessori da connettere al proprio dispositivo mobile per trasformarlo in un termoscanner.

Il loro funzionamento si basa sulla misurazione di un determinato valore fisico, posseduto da qualsiasi materiale: la radiazione termica.

La radiazione termica, ovvero il calore, non è altro che una radiazione elettromagnetica che viene emessa da un oggetto, o una persona, e che è collegata alla sua temperatura. Grazie alla tecnologia sfruttata, è possibile misurare l'energia trasportata dalle onde elettromagnetiche e, quindi, misurarne la temperatura senza la necessità di toccare l’oggetto o il corpo di cui si sta effettuando la misurazione.

Sono affidabili?

Ogni oggetto tecnologico di misurazione ha un margine d’errore e i termoscanner non fanno eccezione. Nella misurazione a distanza della temperatura di un corpo, potrebbe sfalsare il risultato l’aspetto relativo all'emissività dell'oggetto: si pensi alla polvere, allo sporco o alle altre radiazioni elettromagnetiche presenti comunemente, sono fattori che potrebbero rendere la lettura a distanza della temperatura della temperatura meno precisa, variabili di disturbo che si posizionano tra il corpo da analizzare ed il termometro.

Tutti fattori che hanno portato al dibattito sulla reale precisione delle pistole per misurare la temperatura, ancora in corso e dal quale speriamo di ricevere notizie confortanti.

Se vuoi approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di rispondere alle tue domande.


  • Data: 12-05-2020
  • Commenti: 0

Tags:

Lascia un Commento