Stitichezza: cibi da evitare

Stitichezza: cibi da evitare

La stitichezza è un disturbo che consta della difficoltà nell’evacuare l’intestino, portando spesso a gonfiore e dolori addominali.

Nota anche come stipsi, tende a presentarsi con una sorta di difficoltà a svuotare totalmente l’intestino, portando l’individuo ad andare in bagno diverse volte al giorno, per poi arrivare a una parziale assenza dello stimolo ad andare in bagno.

La stitichezza porta spesso ad assumere posizioni particolari sul gabinetto, oppure a ricorrere a lassativi o supposte ideate appositamente per riacquisire la propria regolarità.

La stitichezza è un disturbo che consta della difficoltà nell’evacuare l’intestino, portando spesso a gonfiore e dolori addominali.

Nota anche come stipsi, tende a presentarsi con una sorta di difficoltà a svuotare totalmente l’intestino, portando l’individuo ad andare in bagno diverse volte al giorno, per poi arrivare a una parziale assenza dello stimolo ad andare in bagno.

La stitichezza porta spesso ad assumere posizioni particolari sul gabinetto, oppure a ricorrere a lassativi o supposte ideate appositamente per riacquisire la propria regolarità.

Cause

Le cause della stitichezza sono diverse: si va dalla vita troppo sedentaria alla scarsa idratazione, dalla gravidanza che può causare una dislocazione del colon, alle oscillazioni ormonali che fanno rilassare eccessivamente i muscoli del tratto intestinale.

Spesso, la stitichezza è conseguente a cambiamenti importanti nelle proprie abitudini alimentari, soprattutto quando si viaggia, ma può essere anche conseguenza di disturbi gastrointestinali o di alterazioni metaboliche.

Quali cibi evitare?

I cibi da ridurre o evitare in caso di stitichezza sono i dolciumi e tutti quegli alimenti, spesso preconfezionati, ricchi di zuccheri raffinati, che riducono il volume della massa fecale

Da evitare sono anche i cereali raffinati, come riso bianco, pasta e pane, dato che hanno proprietà astringenti e vanno, al massimo, alternati ai corrispondenti integrali. A rallentare i processi digestivi ci sono anche i formaggi ricchi di grassi, mentre risultano astringenti anche vino rosso e tè, a causa dei tannini in essi presenti.

Come molti sanno, limoni e banane hanno facoltà astringenti e, per questo, è meglio ridurne l’assunzione, mentre è bene eliminare del tutto dalla propria alimentazione i cibi irritanti per l’intestino come le bibite gassate, i fritti, le spezie.

Cosa fare?

Per trattare naturalmente la stitichezza, è importante seguire uno stile alimentare basato su:

  • un buon apporto di fibre;

  • buone dosi di frutta e verdura di stagione, legumi, semi oleosi;

  • un’inferiore assunzione di carne;

  • l’assunzione costante di cibi ricchi di prebiotici naturali.

Bisogna anche assumere 2 litri di acqua al giorno, e verdure ricche di acqua, come cetrioli e finocchi, senza omettere la frutta come kiwi, pere, mele e prugne, dagli effetti lassativi.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.



Prodotti correlati

Lascia un Commento