Spegnere il cellulare fa bene

Spegnere il cellulare fa bene

Vibra, suona, ci distrae mentre stiamo parlando con qualcuno: lo smartphone sta occupando sempre più tempo durante le nostre attività quotidiane e questo aspetto ha non poche conseguenze sulla nostra vita.

Spegnere il cellulare fa bene

Vibra, suona, ci distrae mentre stiamo parlando con qualcuno: lo smartphone sta occupando sempre più tempo durante le nostre attività quotidiane e questo aspetto ha non poche conseguenze sulla nostra vita.

I disturbi dovuti a un utilizzo eccessivo

Tra i tanti, l'affaticamento oculare è uno dei disturbi che si possono presentare in seguito a un sovraccarico lavorativo degli occhi. La stanchezza spesso è conseguente all'elevato sforzo dei muscoli intrinseci ed estrinseci del bulbo oculare, ovvero quelli della messa a fuoco.

Utilizzare il cellulare al buio danneggia la vista. La cosa migliore da fare è utilizzare gli schermi tenendo sempre una luce accesa e regolando la luminosità dell’apparecchio, facendo in modo che non sia più forte di quella circostante, per non sforzare la vista.

Le conseguenze della nomofobia

Alcune ricerche hanno usato il termine “nomofobia”, ossia la paura di rimanere disconnessi, per determinare alcuni rischi della dipendenza da smartphone e tra le conseguenze negative dovute a questo fenomeno troviamo anche l’ansia e disturbi degli arti del polso e del collo, oltre alla diminuzione della capacità di concentrazione.

Altri studi hanno dimostrato che il tempo sui social dovrebbe essere limitato a 30 minuti al giorno, con la conseguenza di meno ansia e di una vita più sana.

Perché spegnerlo

Se spegnessimo il cellulare per un giorno alla settimana potremmo finalmente dedicare tutta la nostra attenzione ad altre attività che non siano rispondere ai messaggi, alle telefonate o controllare le notifiche sui social.

La possibilità di raggiungere sempre le persone ha anche portato a delle cattive abitudini: essere contattati per ragioni di lavoro alle ore più improbabili o nei giorni di festa, fino a ricevere messaggi in piena notte con il rischio di disturbare il sonno, aumentando stress e insonnia, fino a creare ansia.

Spegnendolo, avremo maggior tempo libero da dedicare a noi stessi, magari per fare un po’ di sport o praticare attività benefiche per il nostro benessere mentale come stare con gli amici, i figli o la famiglia.

Cominciare utilizzandolo meno

In generale si potrebbe provare a utilizzarlo un po’ meno, spegnendolo di notte, soprattutto evitare di guardarlo mentre ci si addormenta.

Spegnere lo smartphone di notte, inoltre, comporta più durata di batteria e del dispositivo stesso.

Consigliamo di prendersi comunque una pausa di 10 minuti ogni 45 minuti passati allo smartphone. È importante prendere pause regolari e fissare un punto in lontananza per combattere secchezza e offuscamento degli occhi.

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.


  • Data: 06-08-2020
  • Commenti: 0

Lascia un Commento