Consigli naturali contro la sindrome premestruale

Consigli naturali contro la sindrome premestruale

La sindrome premestruale è caratterizzata da un insieme di sintomi fisici e psichici, che affligge gran parte delle donne durante l'età fertile. Non è da considerare un disturbo, quanto piuttosto una condizione fisiologica che va via da sola con l'arrivo delle mestruazioni.


La sindrome premestruale è caratterizzata da un insieme di sintomi fisici e psichici, che affligge gran parte delle donne durante l'età fertile. Non è da considerare un disturbo, quanto piuttosto una condizione fisiologica che va via da sola con l'arrivo delle mestruazioni.

Si manifesta, generalmente, intorno ai 7-14 giorni precedenti al ciclo mestruale, con sintomi molto diversi a seconda del soggetto e che variano in tipo e intensità. Solitamente, i sintomi più ricorrenti della sindrome premestruale sono: alterazioni dell'umore, spossatezza, turgore mammario, incremento ponderale, depressione, gambe gonfie e pesanti, disturbi del sonno, irritabilità e ritenzione idrica.

La natura al nostro servizio

Rimediare alla sindrome premestruale con la natura è efficace per le donne che desiderino una terapia tesa ad affrontare i fastidiosi sintomi dovuti alla sindrome in questione, specialmente se di media gravità.

Bisogna sicuramente partire dall’alimentazione, assumendo tanta frutta e verdura, in quanto ricca di antiossidanti (vitamina C ed E) e, nello specifico, è benefico incrementare l’apporto di magnesio, ferro e vitamina B6, per combattere la sensazione di spossatezza costante e utili per la sintesi di serotonina: lo si può fare integrando nella dieta alimenti come riso, banane, noci e pesce azzurro.

Altra pratica utile è la separazione dei carboidrati dalle proteine, tesa a favorire una maggior disponibilità di triptofano e, di conseguenza, di serotonina. A tal fine, quindi, meglio non assumere la pasta o il pane a carne, pesce o formaggi.

L’agnocasto possiede proprietà calmanti, quasi sedative su stimoli sessuali e forme di irritabilità, nervosismo e aggressività, dovute alle sue parti contenenti i principi attivi (i semi), che contengono oli essenziali, flavonoidi e iridoidi glucosidici.

In ultimo, è molto benefica l’attività fisica eseguita ponendo molta attenzione alla respirazione, armonizzandola col passo per riossigenare il corpo, rilassare la muscolatura, sostenere la respirazione e la circolazione sanguigna e, di conseguenza, ossigenare il cervello, migliorare l’umore, produrre endorfine.

Eseguirla di sera, aiuterà anche a favorire il sonno, aspetto che ridurrà l’irritabilità e porterà equilibrio nell’organismo che, in questi periodi, vive delle importanti modifiche.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure chiedere semplici delucidazioni, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di risponderti.


  • Data: 24-02-2021
  • Commenti: 0

Lascia un Commento