Quali sono i cibi che aiutano la memoria?

Quali sono i cibi che aiutano la memoria?

La memoria è una funzione che risulta essenziale soprattutto quando si studia, se si ha un lavoro che richiede un particolare impegno cognitivo, ma anche per la creatività o per ricordare eventi del passato che sono pieni di emozioni e ci riportano ai vecchi tempi.

La memoria è una funzione che risulta essenziale soprattutto quando si studia, se si ha un lavoro che richiede un particolare impegno cognitivo, ma anche per la creatività o per ricordare eventi del passato che sono pieni di emozioni e ci riportano ai vecchi tempi.

Analizziamo, quindi, insieme come supportare la memoria a tavola.

I cibi per la mente

Per corroborare la propria memoria, bisogna parte dal presupposto che, in una buona alimentazione, non possono mancare gli antiossidanti naturali, che possiamo assumere dalle spremute d’arancia (e dai succhi di frutta fatti in casa in generale), dalle verdure a foglia verde e dai frutti rossi.

Anche gli Omega 3 corroborano l’elasticità delle pareti neuronali, e ne sono ricchi il pesce azzurro, il salmone e la frutta secca.

Di seguito, elenchiamo alcuni alimenti che non possono mancare in una alimentazione che aiuti la propria capacità mnemonica.

Semi di zucca

Tutti i cibi contenenti buone dosi di zinco migliorano le funzioni cognitive e i semi di zucca rispettano questa regola. È possibile adoperarli come condimento per arricchire le insalate e ne basta una manciata su base quotidiana per beneficiarne.

Cereali integrali

I cereali integrali, rispetto a quelli raffinati, sono una fonte di energia utile per diverse funzioni vitali, oltre a rilasciare il glucosio nel sangue più lentamente, supportando le funzioni cognitive per più tempo.

Mirtilli

Diverse ricerche hanno evidenziaro quanto i mirtilli siano utili per proteggere il cervello e tenere alla larga gli effetti di malattie come l'Alzheimer.

Pesce

Il pesce è essenzale per mantenere il cervello in salute, grazie all’apporto di acidi grassi omega-3: due porzioni di pesce a settimana aiutano a ridurre il rischio di contrarre malattie come la demenza, in quanto utili per rallentare l’invecchiamento cellulare.

Avocado

È un frutto ricco di grassi monoinsaturi che migliorano l’efficienza cognitiva, insieme ad acido folico e vitamina K utili per la concentrazione.

Frutta secca

La frutta secca è utile, in quanto annoverata tra i cibi più ricchi di vitamina E, essenziale per la salute del cervello, nello specifico:

  • le mandorle al naturale, oltre che sotto forma di latte vegetale;
  • i pinoli, da mettere nel pesto, per arricchire insalate oppure nei dolci;
  • le nocciole da assumere insieme a cereali o alla frutta fresca.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.



Lascia un Commento