Psoriasi ed esposizione al sole: i nostri consigli

Psoriasi ed esposizione al sole: i nostri consigli

La psoriasi è un disturbo infiammatorio della pelle di tipo cronico e recidivante, che si può manifestare in diversi momenti della vita e con sintomi che cambiano di caso in caso, assumendo una forma clinica anche molto differente da persona a persona.

Presenta spesso papule e placche eritematose, che portano alla formazione di scaglie opalescenti su gomiti, ginocchia, la zona del sacro e il cuoio capelluto. I sintomi possono andare dalla semplice presenza di desquamazione di tipo forforoso in alcune zone cutanee, fino alla dermatosi che può portare ad artrite psoriasica, esfoliazioni ed eruzioni che indeboliscono tutto il corpo.

La psoriasi è un disturbo infiammatorio della pelle di tipo cronico e recidivante, che si può manifestare in diversi momenti della vita e con sintomi che cambiano di caso in caso, assumendo una forma clinica anche molto differente da persona a persona.

Presenta spesso papule e placche eritematose, che portano alla formazione di scaglie opalescenti su gomiti, ginocchia, la zona del sacro e il cuoio capelluto. I sintomi possono andare dalla semplice presenza di desquamazione di tipo forforoso in alcune zone cutanee, fino alla dermatosi che può portare ad artrite psoriasica, esfoliazioni ed eruzioni che indeboliscono tutto il corpo.

Psoriasi e sole: si può fare?

Secondo i medici chi soffre di psoriasi può esporsi al sole ed è risaputo che l’esposizione ai raggi UVA e UVB ha un effetto benefico sul disturbo e può diminuire la gravità dei sintomi. A conferma di ciò, c’è la pratica della fototerapia, che sfrutta l’azione positiva dei raggi UV provenienti da fonti artificiali, che è stata studiata e adoperata nel trattamento della psoriasi a placche.

È chiaro che l’esposizione solare, se eccessiva e prolungata, può portare a diversi disturbi della pelle, tra cui dermatiti, fotoinvecchiamento e melanomi. Per tal ragione, i pazienti affetti da psoriasi devono esporsi al sole seguendo alcune buone abitudini:

  • Ripararsi all’ombra durante le ore più calde della giornata (12-16);
  • applicare sempre protezioni solari con filtri UVA e UVB adatti al proprio fototipo;
  • rinnovare la protezione più volte, soprattutto in caso di frequenti bagni.

Quali effetti?

Negli ultimi tempi, diverse ricerche hanno evidenziato che l’esposizione solare ha un effetto positivo sulle lesioni cutanee degli individui affetti da psoriasi volgare. Più nel dettaglio, è stato dimostrato che i raggi UVB hanno benefici antinfiammatori, regolano l’attività delle cellule del sistema immunitario che partecipano nell’origine e nello sviluppo dell’infiammazione a livello della pelle e agiscono positivamente sulle lesioni psoriasiche.

In generale, quindi, si può affermare che i raggi solari riducono l’infiammazione locale che porta alla formazione delle lesioni. 

Se vuoi approfondire l’argomento o hai qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.



Lascia un Commento