Primo sole: come evitare le scottature

Primo sole: come evitare le scottature

Quando finalmente arriva l’estate e abbiamo la possibilità di trascorrere diverse ore in spiaggia, si può incorrere nell’errore di volersi abbronzare subito, esponendosi al sole in maniera scorretta e rischiando di esporre la pelle al rischio di scottature di diverso tipo ed entità.


Quando finalmente arriva l’estate e abbiamo la possibilità di trascorrere diverse ore in spiaggia, si può incorrere nell’errore di volersi abbronzare subito, esponendosi al sole in maniera scorretta e rischiando di esporre la pelle al rischio di scottature di diverso tipo ed entità.

La comune scottatura o ustione dovuta a un'eccessiva esposizione ai raggi UV, si palesa soprattutto se in assenza di un’adeguata protezione solare e si presenta come un arrossamento della cute. Può essere di varia ampiezza e ha contorni più o meno regolari, se acuta può diventare eritema ed essere accompagnata da prurito e gonfiore, ma anche da bollicine, pustole o desquamazione.

Proteggersi correttamente: il fototipo

Bisogna sempre ricordare che la crema solare non è nemica dell’abbronzatura, anzi, applicarla aiuta a colorarsi gradualmente e di mantenere l’abbronzatura più a lungo, mentre se non lo si fa, si ottiene spesso quell’abbronzatura occasionale, che è, per l’appunto, una scottatura, e che va via rapidamente e in maniera disomogenea (lasciando anche delle macchie).

Gli aspetti che definiscono il proprio livello di fragilità al sole sono gli occhi, l’incarnato e i capelli, e a seconda delle loro caratteristiche si possono identificare fino a sei fototipi e, a sua volta, la crema va scelta in base a essi.

Maggiore è il proprio fototipo, più a lungo si potrà restare esposti ai raggi del sole prima che si palesino effetti indesiderati come eritemi e scottature.

I fototipi più sensibili sono quelli con i valori più bassi e che hanno bisogno di maggiore protezione.

L’integrazione per proteggersi

Diversi principi presenti negli integratori naturali possono aiutarci ad ottenere una bella abbronzatura.

Si parte da quelli a base di diverse sostanze nutritive antiossidanti, come le vitamina E, C, A, i minerali e i bioflavonoidi. Spesso vi si trova anche la luteina, che fa aumentare la resistenza a esposizioni prolungate, ed è efficace anche per chi soffre di ipersensibilità cutanea.

Tra i principi più adoperati troviamo anche il beta carotene, un pigmento vegetale precursore della vitamina A, che stimola la produzione di melanina, che regola proprio il colorito della pelle.

La produzione di melanina può essere stimolata anche con gli integratori di melanina stessa: riesce a ridurre il rischio di invecchiamento cutaneo, fissa il colore dell’abbronzatura e la mantiene in salute.

Scopri tutti i nostri cosmetici solari https://farmaciamascia.it/protezione-solare


  • Pubblicato in: Bellezza
  • Data: 04-06-2021
  • Commenti: 0

Lascia un Commento