Pidocchi

Cosa sono i pidocchi

Sono comunemente definiti pidocchi ciò che in medicina è chiamata pediculosi. Si tratta della diffusione di parassiti epizoi ematofagi persistenti ed obbligati di Mammiferi , gli Anoplura o Siphunculata.

I pidocchi colpiscono generalmente il capo o il pube. La tipologia Pthirus pubis, le cosiddette piattolo, può annidarsi nella zona del pube. La Pediculus humanus capitis è la più diffusa, quella che colpisce il capo. La Pediculus humanus corpis è in grado di colpire qualsiasi parte del corpo.

Epidemiologia

Le statistiche affermano che pediculosi colpisce maggiormente i bambini tra i 3 e gli 11 anni, con relativo rischio di diffusione alle persone con cui il soggetto è più a contatto (familiari, personale scolastico, amici).

Ad essere più esposte sono le bambine, probabilmente a causa dei capelli più lunghi. I pidocchi si diffondono deponendo le uova sul fusto del capello, al quale si aggrappano con le zampe.

Prevenzione e cura

La pediculosi non è una malattia e può colpire chiunque indipendentemente dall'igiene personale o dalla classe sociale. Essa è favorita dalla tendenza a permanere in luoghi affollati come scuole, uffici, altri locali pubblici.

L'intervento tempestivo è fondamentale: nello spazio di 30 giorni una femmina può riprodursi in 45mila unità, che dopo due mesi rischiano di diventare 6.750.000.

In commercio esistono numerosi prodotti ad azione antiparassitaria in grado di combattere e vincere il problema. La raccomandazione è quella di non usare il prodotto più di una volta alla settimana.