Mal di schiena: come prevenirlo e curarlo

Mal di schiena: come prevenirlo e curarlo

Il mal di schiena è un disturbo molto diffuso nella nostra società, particolarmente tra quelle persone che hanno un lavoro da ufficio, passano molto tempo seduti al pc e dedicano poco tempo all’attività fisica, senza tener conto di coloro i quali non ne hanno di tempo e voglia per farlo. E stiamo parlando comunque di una fetta di popolazione, bisogna poi tener conto di tutte quelle persone che svolgono lavori molto fisici e sottopongono la schiena a sforzi importanti.


Ci sono diverse tipologie di mal di schiena di cui tener conto, in base alla zona in cui si manifesta dal dolore:

  • Lombalgia: il dolore si manifesta nella zona lombare insieme a tensioni e dolori muscolari. È spesso causato da lesioni muscolari dovute a sollevamenti di oggetti troppo pesanti o movimenti errati.
  • Mal di schiena superiore: il dolore è localizzato nella parte alta della schiena e può interessare anche alle spalle e collo, fino a provocare cervicale.
  • Mal di schiena dorsale: il meno frequente dei tre, il dolore viene avvertito nella parte posteriore del busto, all’altezza dei reni.

Solitamente, quindi, a causare il disturbo, è una lesione dei muscoli della schiena o un semplice affaticamento muscolare.

Cause
Non è raro che in ufficio, a casa o in auto, si rimanga, anche per molto tempo, in posizioni scomode o errate, ad esse poi vanno ad aggiungersi, in genere, lo stress e l’assenza di attività fisica; tali comportamenti, indeboliscono la colonna vertebrale. Lo stress influisce molto in quanto anche emozioni, sentimenti e tensioni mentali possono portare piccoli disturbi nel nostro corpo, fino ad avere un peso molto rilevante nell’insieme di cause che porta a problemi relativi alla colonna vertebrale.

Per questo motivo, il mal di schiena è tra i disturbi più diffusi della nostra società.

Come prevenirlo

Il riposo, quando ce n’è poco e di bassa qualità, è uno dei principali fattori che predispone al mal di schiena. Quindi dormire bene, soprattutto la notte, su un materasso e una rete di qualità che soddisfino e concilino il nostro sonno è molto importante.

La distribuzione del grasso corporeo è altrettanto importante, infatti, l’obesità o il sovrappeso, rappresentano uno stress per tutta la schiena, in quanto la colonna vertebrale e la muscolatura ad essa relativa sono costrette a sostenere l'eccesso di peso nei movimenti. Quindi per prevenire il mal di schiena, è fondamentale rimanere in forma.

Ridurre l’eccesso di tensione può sicuramente aiutare ad evitare il mal di schiena. Lo stress può tradursi in contrattura muscolare e portare dolore alla bassa schiena. Tentare quindi di ridurlo, anche con opportune tecniche di rilassamento.

Sollevare i pesi nel giusto modo, al fine di non incorrere in attacchi di lombalgia acuta particolarmente dolorosi ed invalidanti e svolgere attività fisica, magari con esercizi di rafforzamento ed allungamento specifici per migliorare la salute della propria schiena.

Come curarlo
È molto importante capire, in primis, quale sia il tipo di mal di schiena di cui si soffre.

Nei casi meno gravi si può alleviare il dolore avvertito con dei massaggi effettuati con creme a base di piante ed erbe lenitive e antinfiammatorie, come l’artiglio del diavolo o l’arnica montana.

In farmacia sono reperibili anche cerotti e fasce riscaldanti, che supportano la distensione muscolare, oppure i cerotti autoadesivi, ottimi per il trattamento locale di stati dolorosi e infiammatori di natura reumatica o traumatica delle articolazioni, dei muscoli, dei tendini e dei legamenti.

Quando il dolore è intenso e non va via, e i rimedi sopraccitati non danno gli effetti sperati, si può anche assumere dei farmaci antidolorifici che alleviano il dolore. Sono, in certi casi, prodotti acquistabili senza ricetta, ma consigliamo comunque un consulto dal medico prima dell’assunzione.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua completa disposizione.


  • Data: 20-12-2019
  • Commenti: 0

Tags:

Lascia un Commento