Insonnia

Cos'è l'insonnia

L'insonnia è un disturbo parecchio diffuso. Consiste nella incapacità di addormentarsi o di farlo con estrema fatica. Non è raro che il soggetto si svegli nel cuore della notte non riuscendo a riprendere sonno sino al mattino.

Cause e diagnosi dell'insonnia

Le cause dell'insonnia possono essere contingenti o strutturali.

Nel primo caso è possibile riferirsi ad ansia per un colloquio di lavoro, per un esame, per le condizioni di salute proprie o di un congiunto etc..

Nel secondo caso il soggetto è alle prese con problemi duraturi, come tossicodipendenza, alcolismo, stati di profonda depressione, lunghi stati di stress e/o ansia.

L'insonnia può essere iniziale (difficoltà a prendere sonno), terminale (il soggetto prende sonno, ma si risveglia nel cuore della notte non riuscendo più a riaddormentarsi), intermittente (sonno con frequenti risvegli).

L'insonnia transiente dura meno di una settimana, l'insonnia acuta dur meno di un mese, quella cronica ha durata superiore.

A seconda della durata, della fonte scatenante e della tipologia, il medico o lo specialista effettuerà una accurata diagnosi individuando la cura più adatta.

Quando allertare il medico

Le statistiche fornite dall' American Academy of Sleep Medicine afferma che il 40% delle persone dorme meno delle 7 ore quotidiane consigliate. Il 15% non riesce a prendere sonno o si addormenta con difficoltà.

È consigliabile rivolgersi al medico quando il problema interferisce sulle attività quotidiane o comunque assume caratteristiche acute o croniche.

In commercio esistono prodotti a base di Valeriana, Melissa ed Escolzia capaci di favorire il sonno allentando le tensioni.


.