Idratare la pelle del viso dopo l'estate

Idratare la pelle del viso dopo l'estate

Disidratazione e photoaging sono i principali effetti che si manifestano dopo l'estate. Gli agenti atmosferici agiscono sull'epidermide anche in città, anche se in misura minore.

Disidratazione e photoaging sono i principali effetti che si manifestano dopo l'estate. Gli agenti atmosferici agiscono sull'epidermide anche in città, anche se in misura minore.

La pelle, quando esposta al sole, al vento, alla sabbia e al sale, si disidrata, crando una condizione di rischio per l’invecchiamento cutaneo e la comparsa delle antiestetiche rughe.

Il sole, inoltre, accelera la produzione dei radicali liberi aumentando il processo di invecchiamento cutaneo, mentre il caldo contribuisce a degradare il collagene facendo perdere elasticità alla pelle.

In primis, dunque, è bene mantenere la pelle idratata, ed è questa una delle funzioni principali delle creme idratanti. È meglio una doccia piuttosto che un bagno, perché un prolungato contatto con l’acqua può favorire la desquamazione della pelle. Non si devono usare detergenti troppo aggressivi, ma preferire prodotti oleosi ed evitare di strofinare con troppa energia la pelle durante l'asciugatura.

Cosa ricercare nei prodotti

Olio di Abissinia: aiuta la pelle a sintetizzare lipidi e altri fattori naturali di idratazione.

Acetilina: generatore di idratazione, attiva la trasformazione di una proteina naturale, il filaggrin, in aminoacidi che costituiscono l'NMF (Natural Hydration Factor), che agisce come una microspugna per catturare e trattenere naturalmente l'acqua.

Idrossidecina: derivata dalla pappa reale, aiuta a ricostituire le riserve di filaggrin della pelle. Permette alle cellule di catturare e trattenere l'acqua all'interno dello strato corneo. Rivitalizza il sistema d'idratazione naturale della pelle.

Omega 9 e omega 6: amplificano la sintesi di cemento lipidi intercellulari, migliorano la barriera cellulare.

Bava di lumaca: alcuni allevatori di lumache notarono che le ferite della pelle di coloro che maneggiavano le lumache guarivano più in fretta e senza lasciare cicatrici. Proprio l’azione di riepitelizzazione della cute danneggiata ha reso questo elemento naturale un protagonista di numerose creme antirughe e antiacne commercializzate anche in Italia negli ultimi anni.

Se hai dubbi oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, non esitare a contattarci. Il nostro team è a tua totale disposizione.

 


  • Data: 01-10-2019
  • Commenti: 0

Tags:

Lascia un Commento