Diete

Diete, quando è giusto seguirla

Sempre più italiani sono a dieta. Secondo una statistica di Coldiretti-Istituto Ixè il 49% degli italiani ne segue una. Prima di intraprendere questo passo è strettamente consigliabile ascoltare il parere di un medico o comunque non seguire mai una delle cosiddette “fai-da-te”, onde evitare uno dei seguenti rischi:

- perdite di peso troppo drastiche
- non ottenere i risultati desiderati
- seguire una dieta inadatta
- seguire una dieta pur non avendone bisogno

Diete migliori da seguire
 
Prima di offrire alcuni spunti utili rinnoviamo l'invito ad ascoltare il parere di un medico o di uno specialista prima di mettersi a dieta.

Dieta del riso

Il riso consente di sentirsi sazi grazie al notevole apporto di fibre e al fatto di assorbire molta acqua in fase di cottura. Poche calorie e poco sodio sono altre caratteristiche di questo alimento. La dieta del riso consente dunque al soggetto di non accusare improvvisi attacchi di fame. Il riso Venere e il riso Basmati sono tra le varietà più indicate per questo tipo di dieta.  Accanto al riso è consigliabile assumere frutta, verdura, cereali, legami, formaggi magri o molto magri, pesce o petto di pollo. No a alcol, sale, cibi grassi.

Dieta senza glutine

Si tratta di una dieta che ha risultati immediati. Consiste nell'eliminare quegli alimenti contenenti glutine, in particolar modo pasta e pane.  Consigliabile consumare alimenti basati su farine di riso o miglio.

Dieta del gruppo sanguigno

Questa dieta, insieme all'attività sportiva consigliata, cambia a seconda del gruppo sanguigno del soggetto. Per chi possiede il gruppo 0, ad esempio, è  indicato un regime alimentare a base di carne e verdura.