Demaquillage: quali struccanti scegliere e come usarli

Demaquillage: quali struccanti scegliere e come usarli

La pulizia del viso è un gesto indispensabile per rimuovere il make-up e tutte le impurità accumulatesi durante il giorno e per preparare la pelle ad assorbire più facilmente i trattamenti successivi.


La pulizia del viso è un gesto indispensabile per rimuovere il make-up e tutte le impurità accumulatesi durante il giorno e per preparare la pelle ad assorbire più facilmente i trattamenti successivi.

Quali scegliere?

In primis, bisogna scegliere lo struccante che più fa al caso proprio, in base alle esigenze del proprio tipo di cute, dato che esistono diverse composizioni e texture.

Generalmente, gli struccanti arricchiti con ingredienti attivi, con proprietà purificanti, sono indicati per le pelli grasse, mentre quelli idratanti, lenitivi e addolcenti, per le cuti secche. Possono anche essere formulati con estratti vegetali, come la camomilla e l'amamelide, utili quando si presentano arrossamenti e se si ha la pelle sensibile, così come vitamine e principi anti-invecchiamento.

Nella scelta è importante evitare i prodotti con elementi comedogeni e, vicino allo struccante che può essere in formato gel, mousse, latte detergente, saponi e acque micellari, è sempre importante procurarsi un prodotto dedicato per l’area perioculare, che ha bisogno di prodotti specifici.

Ma analizziamo i diversi prodotti struccanti insieme:

  • Mousse detergenti: utili per struccare la pelle su base giornaliera, massaggiando la schiuma sulla pelle con le mani bagnate, ideali per le pelli più giovani e grasse/miste.
  • Gel e Creme detergenti: si tratta di formulazioni a risciacquo, utili per pelli grasse/miste o sensibili. Si aggiunge a un po' d'acqua sul palmo della mano, quindi si applica sul viso e si risciacqua.
  • Latte detergente: un fluido cremoso che rimuove delicatamente il trucco senza seccare la pelle; in caso di pelle normale-mista meglio optare per una formula dalla consistenza leggera, da eliminare con acqua tiepida. In caso di pelle secca, sensibile o reattiva è meglio optare per un prodotto senza risciacquo.
  • Acqua micellare: soluzioni detergenti a base acquosa, che aiutano a rimuovere i residui di trucco e le impurità delicatamente, inglobandole ed eliminando residui di smog, sebo e make-up. A differenza di altri detergenti, non intaccando il film idrolipidico garantiscono un'azione delicata, utile anche per il contorno occhi.
  • Lozioni struccanti: sono adatte a qualsiasi tipo di cute, soprattutto a quella sensibile e poco truccata.

Come usare gli struccanti

Struccarsi un gesto di bellezza molto semplice che si esegue osservando pochi passaggi:

  • Pulizia profonda delle mani, da effettuare prima di iniziare qualsiasi gesto di bellezza, dato su di esse si trovano spesso diversi batteri.
  • Utilizzare un dischetto di cotone sul quale apporre il prodotto detergente per poi spalmarlo su tutto il volto, senza toccare gli occhi.
  • Detergere con acqua fresca, per poi utilizzate un detergente dedicato per gli occhi.
  • Adoperarsi con un cotton fioc per eliminare la matita e, magari grazie all’ausilio di un dischetto di cotone, rimuovere il resto del trucco dal contorno occhi, dalle palpebre e dalle sopracciglia. Subito dopo detergere.
  • Per apportare sollievo alla pelle e per eliminare i residui, un tonico è l’ideale, per poi applicare la crema idratante scelta in base al proprio tipo di cute.

Se vuoi approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di rispondere alle tue domande.


  • Data: 09-11-2021
  • Commenti: 0

Lascia un Commento