Coliche dei neonati: come riconoscerle e cosa fare

Coliche dei neonati: come riconoscerle e cosa fare

Le coliche dei neonati rappresentano un disturbo che si manifesta spesso dopo la poppata o il pasto della sera, ed è generalmente acuito da eventuale stanchezza o dagli stimoli continui che il neonato riceve durante la giornata.

Le coliche dei neonati rappresentano un disturbo che si manifesta spesso dopo la poppata o il pasto della sera, ed è generalmente acuito da eventuale stanchezza o dagli stimoli continui che il neonato riceve durante la giornata.

Come riconoscere le coliche dei neonati

Quando il nostro piccolo soffre di coliche, avverte dei dolori di tipo fermentativo che provocano una pressione sulle anse dell'intestino e che lo mettono in agitazione. Spesso i sintomi sono, infatti, i pugni serrati o l’azione di portare le gambe sull'addome, oltre a una facile irritabilità e al viso arrossato.

Ci teniamo a sottolineare quanto, in gran parte dei casi, la colichetta sia un disturbo che non necessita particolari cure: è indicato consultare un pediatra quando, ai sintomi di cui sopra, si aggiungono febbre e rigidità articolare, o altri aspetti che sono presagio di una possibile occlusione intestinale.

Cause

Solitamente, le coliche nei neonati sono dovute all’immaturità del loro apparato digerente, insieme alla presenza di:

  • Un eccesso di gas, generati da una alterazione della flora intestinale.

  • Allergie o intolleranze al latte o ad alimenti che assume la madre lungo il periodo di allattamento al seno.

Cosa fare

Non c’è un trattamento ben preciso per prendersi cura delle coliche del neonato, ma sono tante le buone abitudini di cui tener conto per alleviare i sintomi:

  • C’è la cosiddetta posizione anti-colica: si pone il piccolo a pancia in giù sul braccio, con la testa ben adagiata nell’incavo del gomito, per poi cullarlo e dargli delle piccole pacche sul sederino, per stimolare la fuoriuscita di gas.

  • Evitare gli stimoli esterni, come luci e rumori forti.

  • Il bagnetto è l’ideale quando il neonato diventa irascibile, dato che dona relax, così come regalargli piccoli massaggi sulla schiena o sulla pancia.

  • Fare un giro in ambienti aperti e tranquilli.

Quando il disturbo sembra grave e non migliora è essenziale consultare il pediatra, che ha la capacità e i mezzi per analizzare al meglio lo stato di salute del piccolo e, nell’eventualità, suggerire l’utilizzo di farmaci come il simeticone e il cimetropio bromuro, che anno manforte nel ridurre i sintomi conseguenti alla presenza eccessiva di gas nell’apparato gastrointestinale del neonato.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.



Lascia un Commento