È possibile ammalarsi di meno con l’omeopatia?

È possibile ammalarsi di meno con l’omeopatia?

L’omeopatia è un metodo di approccio alla vita.

Gran parte dei rimedi omeopatici sono afferenti soprattutto alla fase di prevenzione dei disturbi: i prodotti omeopatici operano sulle difese immunitarie, rinvigorendole e rendendole più pronte a combattere eventuali patogeni che entrano a contatto col corpo.

L’omeopatia è un metodo di approccio alla vita.

Gran parte dei rimedi omeopatici sono afferenti soprattutto alla fase di prevenzione dei disturbi: i prodotti omeopatici operano sulle difese immunitarie, rinvigorendole e rendendole più pronte a combattere eventuali patogeni che entrano a contatto col corpo.

Per quel che riguarda i metodi curativi, essi si basano sulla disamina del tipo di sintomi che si presentano nel paziente e, partendo da questi, crea una terapia specifica per il caso, mettendo a disposizione composti utili per prevenire, ma anche per curare i sintomi, come quelli influenzali e simil-influenzali.

Secondo le regole che segue l’omeopatia, per curare un individuo ammalato si va a provocare in lui una malattia simile a quella di cui sta soffrendo: l’omeopatia tende a trattare le patologie attraverso l’assunzione di dosi infinitesimali di sostanze che, in dosi normali, porterebbero all’insorgenza dei sintomi caratteristici del disturbo.

Quando la si usa per prevenire

Quando si adottano rimedi omeopatici in via preventiva, come quelli contro l’influenza, basta assumere i prodotti una volta alla settimana, durante tutto il periodo di esposizione al rischio, ma anche come prima terapia, quando si palesano i primi sintomi.

Chi adotta l’omeopatia in via preventiva, potrebbe ammalarsi di meno e recuperare uno stato di buona salute più rapidamente.

In omeopatia si parla di due tipi di prevenzione:

  • Individualizzata: è basata su ciò che viene definito farmaco di “terreno” del paziente, ossia l’omeopatico più simile al complesso psiche-soma e al modo con il quale si presenta il disturbo nel paziente specifico.
  • Generica: basata sull’assunzione, da ottobre a marzo, di tre farmaci omeopatici. Il primo è a base di fegato d’oca selvaggia, il secondo è un insieme di principi che stimolano il sistema immunitario e il terzo è l’influenzinum, contenente il ceppo influenzale diffusosi l’anno precedente, isolato e preparato attraverso metodologia omeopatica.

I medicinali omeopatici

I medicinali omeopatici sono il risultato di un processo che parte da sostanze definite “materiali di partenza” per preparazioni omeopatiche o “ceppi omeopatici”, e che attraversa tutto un processo di produzione omeopatico che è descritto dalla farmacopea europea.

I rimedi omeopatici sono formati da dosi infinitesimali di sostanze ricavate attraverso processi di diluizione e dinamizzazione e non presentano alcun effetto collaterale o interazione con altri farmaci.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.



Tags: omeopatia

Lascia un Commento