Mal di orecchi

Cos'è il mal di orecchi

Il mal di orecchi è un disturbo frequento alla cui base possono esserci cause diverse. La medicina distingue in otalgia e otodinia. Nel primo caso il responsabile del dolore è un problema afferente ad
altri organi, nel secondo caso va ricercato nell'apparato auricolare.

Cause del mal di orecchi

Il tappo di cerume è una delle cause più frequenti di mal di orecchi. Il cerume in questo caso non scivola verso l'esterno, ma resta intrappolato nel condotto uditivo. Questa dinamica può causare, oltre a dolore, anche acufeni e giramenti di testa ed è molte volte favorita dall'accumulo di acqua (come nel caso di ripetuti bagni in piscina o al mare).

Proprio l'accumulo di acqua rende il canale uditivo un territorio ospitale per batteri che causano l'insorgere di otite esterna. L'otite esterna, insieme all'otite media e a quella interna è la causa più frequente di otodinia.

Tra le cause di otalgia ci sono invece faringite, laringite, lesioni del cavo orale e nevralgia del trigemino.

Sintomi del mal di orecchi

Il mal di orecchi è caratterizzato da dolore che spesso si accompagna a ronzii, debolezza di udito con la sensazione di avere l'orecchio “pieno”, tappato.  In determinati casi possono insorgere anche giramenti di testa, febbre, nausea, vomito, diarrea.

Rimedi al mal di orecchi


Il mal di orecchi può essere contrastato con terapia antibiotica o anestetici-analgesici locali a seconda dei casi.

In caso di mal di orecchi è in ogni caso consigliabile ascoltare il parere di un medico. Si tratta di un problema da non sottovalutare e che potrebbe richiedere l'intervento di uno specialista otorinolaringoiatra.