Mal di denti

Cos'è il mal di denti

Il mal di denti è uno trai problemi più diffusi. Le statistiche affermano che quasi tutti gli individui sviluppano un episodio almeno una volta nel corso della vita. L'origine di questo disturbo sono varie, con il dolore che può variare da intensità blande sino a essere tanto forte da compromettere le normali attività quotidiane.

Il mal di denti va considerato un disturbo, non una  malattia. Si tratta comunque di una spia che può indicare una patologia e che quindi non va mai sottovalutato.

Cause del mal di denti

Il mal di denti può essere patologico. In tal caso alla base possono esserci:

pulpite
ascesso dentale
parodontite
 genivite
cisti dentali
recessione gengivale

L'ipersensibilità dentinale, il bruxismo, la crescita del dente giudizio sono altre cause, non patologiche, che possono far insorgere il mal di denti.

Quando il mal di denti è ripetuto, o comunque quando il dolore è particolarmente intenso, è opportuna una visita presso il dentista, che indagherà sulle cause che hanno generato il problema.

Rimedi al mal di denti

I rimedi al mal di denti variano a seconda della causa o delle cause che lo hanno generato. Il dolore da ipersensibilità dentinale (che sorge nel momento in cui si ingeriscono cibi molto caldi o molto freddi o semplicemente inspirando aria fredda) può essere risolto tramite l'uso di dentifrici specifici.

Per il bruxismo (la tendenza a stringere o digrignare i denti nel corso della notte) sono consigliabili appositi byte.

Altri casi possono essere risolti praticando una corretta igiene orale, con spazzolamento dei denti due-tre volte al giorno con uso quotidiano del filo interdentale).

Il dolore può essere lenito con la somministrazione di prodotti a base di paracetamolo, ketoprofene, acido acetilsalicilico o ibuprofene, come Oki e Tachipirina. Va specificato che questi prodotti curano i sintomi e non la patologia sottostante, per la quale, come detto, occorre l'intervento del dentista.