Il raffreddore comune

Cos'è il raffreddore comune

Le statistiche affermano che il raffreddore comune è la malattia più diffusa del pianeta. Si stima che ogni individuo venga colpito tra le 2 e le 4 volte ogni anno, frequenza che aumenta a 12 per bambini e ragazzi in età scolare.

Il raffreddore comune si presenta come una rinofaringite acuta virale che interessa le prime vie respiratorie, si risolve in pochi giorni e nella maggior parte dei casi non provoca complicazioni.

Cause del raffreddore comune

Gli agenti che più spesso provocano il raffreddore comune sono:

rhinovirus (30-80% dei casi)
coronavirus
orthomyxoviridae

Il contagio avviene tramite goccioline sospese in aria (aerosol), contatto diretto con persona infetta o attraverso contatto con secrezioni nasali infette.

Fattori che favoriscono l'insorgenza del raffreddore sono:

difese immunitarie basse (in tal senso i bambini sono molto esposti al rischio di contrarre il raffreddore comune)
permanenza in luoghi chiusi (ad esempio aule, uffici etc.)
stagionalità

Sintomi del raffreddore comune

Il raffreddore comune provoca starnuti, emissione di muco anche abbondante. Può essere accompagnato da mal di gola, tosse e raffreddore.

Come già spiegato, il raffreddore comune si risolve nel giro di pochi giorni. Le complicazioni sono rare. Possono scaturire: polmonite, sinusite, otite, faringite.

Cura del raffreddore comune

I sintomi del raffreddore comune possono essere alleviati da decongestionanti locali e/o antidolorifici.

Il raffreddore comune non ha cura definitiva. Può essere prevenuto con uno stile di vita sano (evitare abuso di alcol e tabagismo, fattori che favoriscono l'indebolimento delle difese immunitarie),  evitando quando possibile la permanenza prolungata in luoghi chiusi e il contatto con soggetti infetti o oggetti da essi utilizzati.